32041 Auronzo di Cadore (BL), Piazza Vigo 2, tel. 0435-9468, fax 0435-408189, E-mail BLIC810002istruzione.it, P.E.C. blic810002pec.istruzione.it.

PREMESSA

ll presente documento è stato elaborato dai docenti dell’Istituto Comprensivo di Auronzo di Cadore, tenendo conto delle esigenze manifestate dalle famiglie e delle caratteristiche del contesto socio-economico e culturale di riferimento. Alla stesura del documento hanno contribuito, ciascuno per la parte di competenza, il Consiglio di Direzione, le Funzioni Strumentali e i responsabili dei vari settori secondo la distribuzione prevista dall’Organigramma d’Istituto, cui si rimanda.

Le caratteristiche del documento.
Il Piano dell’Offerta Formativa è il documento fondamentale costitutivo dell'identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche ed esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa ed organizzativa che le singole scuole adottano nell'ambito della loro autonomia. È quindi uno strumento di progettazione educativa, didattica ed organizzativa ed è un documento dinamico, aperto ai contributi di tutti. Sarà integrato durante l’anno scolastico con le schede di progetto dettagliate, con comunicazioni sullo stato di avanzamento dei progetti stessi, con una relazione finale sulle attività svolte e sui risultati raggiunti.
Nell’ultima seduta del Collegio Docenti dell’anno scolastico corrente si esprimeranno osservazioni, critiche e proposte sul POF in relazione al suo sviluppo e attuazione. Verranno anche accolti i contributi dei rappresentanti di genitori.

Il POF si articola in tre parti:
• Chi siamo.
• Cosa offriamo.
• Come ci organizziamo.
Le tre parti sono completate da un quarto fascicolo che raccoglie gli allegati a specificazione e integrazione.

Il POF fa parte del gruppo di documenti di base che caratterizzano l’Istituto Comprensivo di Auronzo di Cadore che sono:
Carta dei Servizi;
Piano Triennale;
Regolamento d’Istituto.

Essi sono il costante punto di riferimento per tutti gli operatori e per chi vuole conoscere questa realtà scolastica.

Quadro generale di riferimento
L’Istituto Comprensivo di Auronzo promuove percorsi didattici, educativi e formativi che realizzano il diritto all’apprendimento e alla crescita educativa di tutti gli alunni, nonché al successo formativo di ciascuno, riconoscendo e valorizzando le diversità, promuovendo le potenzialità di ciascuno e favorendo la costruzione di un clima accogliente ed inclusivo.
L’Istituto si propone di mettere in atto tutte le iniziative possibili per rispondere in maniera puntuale ai bisogni formativi degli allievi, di assicurare iniziative di recupero, di sostegno, di potenziamento, di continuità e di orientamento scolastico e professionale, coordinandosi con le iniziative assunte dalle reti presenti sul territorio alle quali la scuola aderisce.
Si ritiene fondamentale al fine di un percorso educativo efficace la costruzione di una solida alleanza educativa tra scuola, famiglia e servizi del territorio per promuovere messaggi valoriali forti volti all’educazione alla cittadinanza, con particolare riferimento alla legalità, al senso del dovere, al rispetto delle regole, delle persone e delle cose, nonché alla solidarietà.

Le scelte culturali e le linee strategiche derivano dai seguenti principi di fondo:
- la centralità dello studente, in quanto protagonista del proprio percorso di apprendimento;
- la promozione di strategie educative e didattiche che tengano conto della singolarità e complessità di ogni persona, delle sue aspirazioni, capacità e fragilità, nelle varie fasi di sviluppo e di formazione;
- la promozione di un approccio inclusivo, che valorizzi le diversità e rimuova gli ostacoli che impediscono il pieno sviluppo della persona;
- il collegamento con le altre scuole e con il territorio, attraverso l’adesione alle reti e la partecipazione agli incontri e alle proposte del territorio;
- la valorizzazione della cultura e delle tradizioni locali, quale strumento per favorire il legame dei giovani con il proprio territorio;
- lo sviluppo di percorsi formativi che pongano le basi di un processo di apprendimento che proseguirà per tutto l’arco della vita, fornendo le chiavi per apprendere ad apprendere, elaborando gli strumenti di conoscenza necessari per comprendere i contesti naturali, sociali, culturali, antropologici nei quali gli studenti si troveranno a vivere e a operare in futuro;
- la promozione della capacità degli studenti di dare senso alla varietà delle loro esperienze di apprendimento nei diversi contesti non formali e informali, nella consapevolezza del fatto che viviamo in un paesaggio educativo sempre più complesso e ricco di stimoli;
- la formazione di cittadini in grado di partecipare consapevolmente alla costruzione di collettività più ampie, nel rispetto di regole condivise e nella consapevolezza del senso del limite, attraverso la visione di scuola come luogo dei diritti e del ruolo dell’adulto quale mediatore e modello;
- l’educazione alla convivenza attraverso la valorizzazione delle diverse identità e radici culturali di ogni studente;
- la costruzione di un’alleanza educativa con i genitori, fatta di relazioni costanti che riconoscano i reciproci ruoli e che si supportino vicendevolmente nelle comuni finalità educative;
- l’apertura della scuola al territorio circostante, facendo perno sugli strumenti forniti dall’autonomia scolastica, vista non tanto come un insieme di norme ma come un modo di concepire il rapporto delle scuole con le comunità di appartenenza, locali e nazionali.